Il clima nel paese non è dei migliori e i cortei sono “incubatrici” di potenziali malintenzionati

·1 minuto per la lettura
Il premier Mario Draghi potrebbe essere un "obiettivo"
Il premier Mario Draghi potrebbe essere un "obiettivo"

Per decisione del comitato per l’ordine e la sicurezza è stata potenziata la protezione a Mario Draghi, innanzitutto piazzando più blindati a Palazzo Chigi e sotto casa: il clima nel paese non è dei migliori e i cortei sono “incubatrici” di potenziali malintenzionati, perciò le maglie della rete sono state strette ulteriormente. E per rendere operativo l’upgrade di sicurezza del premier il prefetto di Roma Matteo Piantedosi, ha convocato un vertice riservatissimo.

Potenziata la protezione a Mario Draghi: il summit interforze con il Prefetto

Al summit hanno partecipato il questore della Capitale, Mario Della Cioppa, il comandante provinciale dei carabinieri di Roma Lorenzo Falferi e quello della Guardia di Finanza Paolo Compagnone.

Perché e come è stata potenziata la protezione a Mario Draghi

Lo scopo operativo era potenziare il livello di tutela del Presidente del Consiglio. Presidente che è di certo un obiettivo sensibile e che da una settimana ha un cordone protettivo migliorato. Il servizio d’ordine nei pressi di Palazzo Chigi ha visto triplicati i blindati all’angolo con via del Corso ed attraversare piazza Colonna è impossibile.

Più blindati e squadre tattiche: a Roma potenziata la protezione a Mario Draghi

Più forze dell’ordine anche nei paraggi dell’abitazione privata del premier in via Bruno Buozzi: due gazzelle dei carabinieri vi stazionano h24 e nella vicina Piazza Ungheria da qualche giorno ci sono due blindati dell’Arma, uno tattico ed un altro per le comunicazioni. Attenzione, a Draghi non sono arrivate nuove minacce ma il clima attuale e le relazioni dell’Aisi hanno fatto giocare di anticipo gli organi istituzionali preposti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli