Il colpo alla Bper di Corso Amedeo di Savoia con i criminali armati di martelli e pistola

La banca rapinata il 31 ottobre
La banca rapinata il 31 ottobre

In Campania viene messa a segno in pieno giorno la “rapina di Halloween” in banca a Napoli, un colpo da 250mila euro alla Bper di Corso Amedeo di Savoia con i criminali armati di martelli e pistola. I malviventi, tre o quattro, sarebbero entrati “da un buco” in orario di chiusura e si sarebbero fatti consegnare i soldi per poi fuggire. La strada in questione è centralissima e trafficata, dato che su si essa insiste il Museo Archeologico Nazionale alla zona di Capodimonte.

Rapina di Halloween in banca a Napoli

Le volanti della  polizia hanno subito raggiunto il posto assieme a squadra mobile e polizia scientifica: le indagini sono partite dalle telecamere e dai rilievi sul posto. Il consigliere della III Municipalità Carlo D. Restaino ha dato menzione di Facebook del colpo scrivendo:  “Chiediamo maggiore controllo del territorio. Sulla stessa strada si sono consumati furti e rapine ai danni di diverse attività commerciali. Sempre in quella zona, mesi fa, furono sfregiate con l’acido due ragazze. Così non va bene. Non ce la facciamo più”.

Restaino: “Chiediamo più sicurezza”

E ancora, nel post sullo storico del fatto: “Poco fa a Capodimonte precisamente in via Corso Amedeo di Savoia 243 in pieno centro cittadino si è consumata l’ennesima rapina. Ricordo che qualche mese fa toccò ad un centro scommesse ora invece alla banca Bper. Sempre qualche mese fa, ci fu un brutto episodio sfociato sui giornali nazionali dove due sorelle furono aggredite con dell’acido. Da tempo oramai chiediamo più controlli”.