Il commovente desiderio: "Vedere i miei cavalli"

·2 minuto per la lettura
Rita Meredith e i cavalli
Rita Meredith e i cavalli

Accarezzare per l’ultima volta uno dei suoi tanto amati cavalli poliziotto: questo è stato il commovente ultimo desiderio di Rita Meredith, prima poliziotta a cavallo, ora malata terminale.

Il desiderio di Rita, prima poliziotta a cavallo

Si tratta di Rita Meredith, prima poliziotta a cavallo del Regno Unito ora malata terminale di cancro e ricoverata in Australia. Il suo ultimo desiderio è stato quello di poter accarezzare uno dei suoi amati cavalli poliziotto: a realizzarlo, l’impegno degli uomini della polizia a cavallo del Nuovo Galles del Sud, lo Stato dell’Australia sud-orientale.

Hanno percorso oltre 160 chilometri per raggiungerla nella casa di cura dove è ricoverata per aiutarla a coronare questo suo ultimo sogno. Aiutata dal personale della struttura, Rita è stata accompagnata fuori sul proprio letto e ha potuto vedere e accarezzare i cavalli della polizia. “È stata una giornata davvero bella e Rita sembrava essere felice che fossimo lì” ha raccontato un portavoce della polizia. Uno degli agenti ha definito l’esperienza “incredibile”: “Sono stato onorato di poterla incontrarla e di essere lì per lei. È stata un’esperienza straordinaria per entrambi”.

L’amore per i cavalli

Rita oggi ha 75 anni, ed entrò a far parte delle forze di polizia quando aveva appena 18 anni ed è stata la prima donna a prestare servizio nell’unità di polizia a cavallo nel Regno Unito. La passione per questi animali non l’ha mai abbandonata, nemmeno quando ha lasciato il corpo per andare in pensione.

Rita Meredith
Rita Meredith

“Non riusciva a credere ai suoi occhi, non poteva credere che la polizia si fosse presa il tempo di guidare per cinque ore di andata e ritorno solo per farle vedere i cavalli”, ha raccontato commosso suo figlio Robert Parnaby, al Daily Mail Australia. “Gli agenti sono stati incredibilmente pazienti, hanno risposto a tutte le nostre domande e hanno lasciato che Rita accarezzasse i cavalli e li nutrisse con le mele. Per lei non poteva esserci ultimo regalo più bello”.