Il componente del Cts ha spiegato il trucco che da qualche giorno viene messo in atto dai no vax

·1 minuto per la lettura
Fabio Ciciliano
Fabio Ciciliano

Falsi positivi per ottenere il Green Pass: dei “furbetti” già smascherati da un articolo del Giornale ha parlato al Corriere della Sera Fabio Ciciliano: il componente del Cts ha spiegato il trucco che da qualche giorno viene messo in atto da no vax senza scrupoli. Quale? Quello di andare da un farmacista compiacente a fare un test del tampone e farsi registrare come positivo sulla piattaforma governativa a prescindere dall’esito tecnico.

Ciciliano e i furbetti del Green Pass: un farmacista compiacente e salta il tracciamento

Se il risultato è negativo, non importa. Poi ci sono due strade: o andare a rifare il test che con esito negativo certifica lo status di guariti o attendere 10 giorni ed uscire comunque guariti e “al sicuro” per sei mesi senza aver mai fatto il vaccino. Sono le vie “traverse”, illegali e un po’ stupide che danno diritto burocratico al Green Pass.

Quello dei furbetti del Green Pass “è un reato, non solo una condotta deprecabile”: lo ha detto Ciciliano

E Ciciliano ha spiegato che fra i tanti fattori che contribuiscono oggi a far saltare il tracciamento dei casi cè anche questo, che di fatto non è una furbata, ma un sabotaggio. Tant’è che Ciciliano ha chiosato: “Sono comportamenti disonesti e sanzionabili penalmente”.

Nel giorno di esordio del Super Green Pass Ciciliano parla dei furbetti che lo ottengono illegalmente

Tutto questo proprio nei giorni che, a decorrere da oggi 10 gennaio, vedono esordire il Green pass rafforzato come strumento obbligatorio quasi ovunque. Sarà necessario per salire su treni, bus, metro e tutti gli altri mezzi di trasporto, mangiare nei locali all’aperto e al chiuso, risiedere negli alberghi, andare in fiere, sagre e impianti sciistici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli