Il consenso per Putin? Figlio di una "propaganda aggressiva come in epoca sovietica"

Il direttore del Levada center, il sociologo Lev Gudkov, spiega il consenso per Putin, bulgaro sebbene in lieva calo, con la retorica in stile sovietico incrementata con la guerra in Ucraina "in Russia la psicologia di una fortezza assediata"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli