Il Consiglio di Sicurezza respinge la proposta della Russia che ha avuto solo la Cina a favore

Il consiglio di sicurezza Onu dice no alla commissione di inchiesta sulle armi biologiche di Kiev
Il consiglio di sicurezza Onu dice no alla commissione di inchiesta sulle armi biologiche di Kiev

Armi biologiche in Ucraina, l’Onu boccia la commissione d’inchiesta che chiede Mosca ed il Consiglio di Sicurezza respinge la proposta della Russia che ha avuto solo la Cina a favore. La proposta avanzata da Mosca fondava su una serie di dossier prodotti ad inizio guerra in particolare dal ministero degli Esteri russo e dal suo portavoce. In essi si sosteneva che Kiev avesse istituito da tempo degli spot segreti in cui venivano elaborate e custodite armi biologiche, vietate dalle risoluzioni delle Nazioni Unite in più occasioni.

Armi biologiche in Ucraina, l’Onu boccia

La proposta delle Russia di istituire una commissione per indagare sui presunti laboratori per la produzione di armi biologiche in territorio ucraino è stata però respinta. A favore ha votato solo la Cina, oltre alla Russia, mentre Regno Unito, Stati Uniti e Francia fra i cinque membri aventi diritto di veto hanno votato contro.

Usa, Regno Unito e Francia hanno detto no

Tutto questo mentre gli altri nove Paesi si sono astenuti. I governo russo aveva anche denunciato come quei laboratori in territorio ucraino fossero “made in Usa” per lo sviluppo di “agenti potenzialmente utili come armi biologiche”. Gli Stati Uniti hanno definito “fake news” queste accuse ed hanno denunciato la “disinformazione” russa.