Il coronavirus colpisce il turismo in Sardegna

Roberta Secci

L'industria delle vacanze, cruciale per la Sardegna, boccheggia sotto l'impatto del coronavirus e delle cancellazioni delle prenotazioni. Mentre sale il numero di casi positivi (passati da 2 a 6 in un giorno fra Cagliari e Nuoro), la Regione corre ai ripari con un pacchetto di misure per la filiera turistica. L'ultimo caso di positività al Covid 19 è stato riscontrato in una donna ad Iglesias.

L'unità di crisi, si dice in una nota della Regione, ha provveduto tempestivamente a isolare la paziente e le persone con le quali era in entrata in contatto. I medici stanno valutando la sede piu' opportuna nella quale prestare le cure alla paziente

L'ha approvato il Consiglio regionale con una legge che stanzia circa 25 milioni di euro per sostenere lavoratori e imprese del settore. Per i lavoratori del turismo licenziati o sospesi potranno essere finanziati ammortizzatori sociali e percorsi di formazione.

Duplice, invece, il sostegno per le imprese, che potranno contare su finanziamenti straordinari per pagare le imposte. Per le micro e piccole aziende si apre la possibilità di chiedere aiuti fino a 70 mila euro a testa da restituire entro cinque anni.

Nella prossima manovra finanziaria regionale potrà essere valutata la proposta, avanzata dal centrosinistra e dal M5S, di tagliare l'aliquota regionale dell'Irap per tutte le imprese o studiare altre forme di 'sollievo' fiscale.

Per affrontare l'emergenza, invece, è stata varata un'altra legge urgente per adeguare l'organizzazione della Protezione civile e stanziare 3 milioni 240 mila euro. Sarà istituito un Fondo per le spese urgenti e verranno attivate procedure straordinarie di reclutamento del personale per potenziare il sistema sanitario e .la Protezione civile. 

"Sono al lavoro  per predisporre in tempi rapidi nuovi provvedimenti a sostegno del tessuto economico e imprenditoriale sardo. L'azione della Giunta non si ferma qui, assicura il presidente della Regione Christian Solinas, che anche lanciato un appello all'unità per affrontare la crisi. “Nuovi provvedimenti  arriveranno nei prossimi giorni per sostenere le imprese e i lavoratori che rischiano di pagare il prezzo più alto di questa situazione di incertezza globale”.