Il coronavirus nel mondo dal 15 al 19 febbraio

·1 minuto per la lettura
Il coronavirus nel mondo dal 15 al 19 febbraio
Il coronavirus nel mondo dal 15 al 19 febbraio

Roma, 19 feb. (askanews) – A Singapore apre vicino all’aeroporto Changi l’hotel Connect@Changi, con camere e sale riunioni in sicurezza fra lastre di vetro e bolle isolanti. L’hotel apre specificamente per i viaggiatori di passaggio e in particolare quelli venuti per convegni, che possono così evitare la quarantena obbligatoria di 14 giorni.

Il vaccino cinese Sinopharm protagonista delle campagne di vaccinazione in Africa; qui in Zimbabwe dove sono arrivate 200mila dosi. Il primo vaccinato è il vicepresidente e ministro della Salute Constantino Chiwenga

Invece nella striscia di Gaza è arrivato il vaccino russo Sputnik, inizialmente bloccato da Israele: duemila dosi, per vaccinare un migliaio di medici e infermieri.

Berlino, apre un gigantesco centro vaccinazioni in un velodromo. Potenzialmente potrebbe trattare duemila persone al giorno, per ora sono 125; il siero iniettato è quello Moderna.

Una mezza dozzina di enormi alberghi galleggianti: sono le navi della Carnival e della Princess che da maggio 2020 ormeggiate al largo del paesello di pescatori di Moni a Cipro attendono la fine della pandemia; la località è stata offerta dal governo cipriota.