Il coronavirus uccide lo storico titolare del Pizza Break di Breno

·1 minuto per la lettura
Muore di covid Paolo Guida, per tutti “Paolo Pizza”
Muore di covid Paolo Guida, per tutti “Paolo Pizza”

Muore di covid Paolo Guida, per tutti il “Paolo Pizza”, di Breno, in provincia di Brescia. Paolo, 53enne di origini pugliesi, viveva a Piamborno, frazione di Piancogno. La sua scomparsa ha lasciato nel dolore una comunità intera, oltre che una famiglia disperata. Era il conosciutissimo titolare del ristorante Pizza Break di Breno, una vera istituzione del luogo. Come molti suoi colleghi italiani della ristorazione in soli dieci giorni il covid lo ha ucciso. Lo ha fatto dopo un ricovero rivelatosi inutile in terapia intensiva all’ospedale di Esine.

Muore di covid Paolo, un’istituzione

Paolo era originario di Vieste, la perla del Gargano in Puglia, e la sua salma verrà sepolta lì insieme a quella dell’anziana madre scomparsa pochi giorni prima di lui. Il pizzaiolo lascia una moglie e le due giovani figlie che dopo il ricovero non hanno più potuto vederlo. Non potranno neanche partecipare alle esequie, sono in quarantena.

Il dolore e la raccolta fondi

Paolo era tifoso del Milan e amato da tutti. Come tutte le volte che muore un personaggio iconico il dolore degli amici si è riversato anche sui social. Scrive l’amica Sabrina sulla pagina “Sei di Breno se”: “Per noi eri ‘Satta’. Ti abbiamo stimato e amato x la tua personalità e bontà. Poi tanti anni fa la tua arte ci ha subito conquistati. Un abbraccio a tua moglie e alle tue adorate figlie”. Nei confronti della famiglia di Paolo è stata messa in piedi una raccolta fondi. Questo per evitare che al dolore immenso della sua scomparsa si sommino le difficoltà del fermo attività imposto dalla tragica scomparsa di un uomo amato da tutti.