Il corpicino è stato trovato sul fondo di un barchino soccorso al largo dell'isola nella nottata

Un'immagine di un barchino soccorso nel mare di Lampedusa
Un'immagine di un barchino soccorso nel mare di Lampedusa

Orrore nel mare italiano, con il cadavere di un bimbo migrante che viene portato a Lampedusa: secondo quanto riferisce l’Ansa il corpicino è stato trovato sul fondo di un barchino soccorso al largo dell’isola nella nottata appena trascorsa, quella fra il 9 ed il 10 novembre.

A Lampedusa il cadavere di un bimbo migrante

Il cadavere del bambino è stato trovato su un barchino soccorso al largo di Lampedusa e si trovava in mezzo al gruppo di migranti che stavano viaggiando verso l’Italia nelle ore notturne e il cui natante era stato avvistato ed intercettato per i soccorsi dopo la mezzanotte. Secondo quanto riferito dalle ultime notizie i profughi “sono sbarcati in nottata al molo Favaloro dove era già stata portata una bara bianca per accogliere e sistemare la salma del bimbo”.

Procura informata del terribile evento

Dell’accaduto e come da prassi è stata intanto informata anche la Procura della Repubblica di Agrigento. Secondo una prima ed agghiacciante ricostruzione dell’accaduto il bambino dovrebbe essere spirato a causa di un malore o dell’ipotermia, come successo solo 24 ore fa ad una donna, anche se sarà necessario avere la conferma dall’ispezione cadaverica. Secondo Ansa infatti il corpo non presenterebbe infatti segnali di violenza, aggressioni o incidenti.