Il corpo era in stato di decomposizione e sul caso adesso sta indagando la procura di Firenze

La polizia è intervenuta sul posto
La polizia è intervenuta sul posto

In Toscana un uomo di 59 anni è stato rinvenuto morto sul divano di casa, trovato dopo un mese dalla figlia: il corpo era in stato di decomposizione e sul caso adesso sta indagando la procura di Firenze. Secondo quanto riportato da Fanpage appena la donna, che era preoccupata per la salute del genitore, ha aperto la porta, davanti ai suoi occhi si è palesato il terribile spettacolo: il padre giaceva senza vita, “riverso sul divano, in evidente stato di decomposizione”.

Firenze, uomo morto sul divano di casa

Il medico legale chiamato dagli operanti ha spiegato che il decesso era già avvenuto da “almeno tre settimane, forse un mese”. Il corpo del 59enne era riverso in un monolocale di via San Gallo, a Firenze e i media fanno sapere nessuno lo aveva “cercato nelle tre-quattro settimane successive alla data del decesso”.

L’allarme dei vicini a figlia, polizia e 118

I vicini però, insospettiti dal fatto che l’uomo non si vedeva più in giro, avrebbero avvisato il 112 e la figlia. La Nazione spiega che la polizia aveva sentito come i vicini un odore sgradevole ed aveva deciso di entrare. L’ipotesi più plausibile per gli operanti è quella per cui l’uomo sarebbe deceduto a seguito di un malore improvviso: non c’erano infatti tracce di aggressione o forzature della porta di ingresso. Del caso si sta occupando il sostituto Ester Nocera che ha disposto l’autopsia sulla salma.