Il cosiddetto “Piano C” sarebbe già stato illustrato dagli esperti al premier Johnson

·1 minuto per la lettura
Il premier inglese Johnson valuta un lockdown dopo Natale
Il premier inglese Johnson valuta un lockdown dopo Natale

Omicron dilaga nel paese e nel Regno Unito si valuta fin d’ora un lockdown dopo Natale, con il cosiddetto “Piano C” che sarebbe già stato illustrato dagli esperti al premier Boris Johnson.

Lockdown dopo Natale nel Regno Unito? L’ipotesi è concreta e i numeri di Omicron la sostengono

Il Regno Unito ha visto triplicare i nuovi casi legati a Omicron: 10.059 solo nelle ultime 24 ore a fronte dei 3.201 dell’ultima rilevazione. Attualmente in Gran Bretagna ci sono in tutto 24.968 cittadini positivi alla variante Omircon. Il numero dei decessi legati alla stessa è passato da uno a sette ed i ricoveri sono passati da 65 a 85.

Regno Unito in lockdown dopo Natale e l’allarme del sindaco di Londra: “Enorme ondata”

Il rischio di una “enorme ondata” è stato paventato in queste ore dal sindaco di Londra Sadiq Khan. Nella capitale vige una procedura d’allerta per coordinare la risposta dei servizi pubblici. La progressione dei casi è in agenda Oms in merito al fattore velocità di trasmissione della variante e Boris Johnson ha ricevuto gli esperti. Da loro è arrivata una serie di opzioni nell’ambito di un cosiddetto Piano C. Si va, secondo Financial Times, da “una serie di restrizioni fino al lockdown”.

Cosa prevede il Piano C assieme al lockdown dopo Natale per il Regno Unito

Al prudente Johnson sarebbe stato chiesto di essere più realistico e di valutare misure più drastiche per almeno due settimane dopo Natale. Misure come il divieto di incontri al chiuso tranne che per motivi di lavoro e la limitazione di servizi all’aperto per pub e ristoranti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli