Il Covid spaventa ancora gli Australian Open

·1 minuto per la lettura

AGI -  Torna la paura Covid agli Australian Open in partenza il prossimo 8 febbraio a Melbourne. Oltre 500 persone, tra tennisti, allenatori e ufficiali di gara, impegnati nelle ultime sedute di allenamento e nei tornei di preparazione all'evento, sono stati messi nuovamente in quarantena.

La causa è un nuovo contagio rilevato tra i lavoratori degli alberghi che ospitano la carovana del torneo giunta in Australia negli ultimi 14 giorni. L'uomo prestava servizio presso il The Grand Hyatt ed è venuto a contatto con gli ospiti il 29 gennaio.

Le autorità sanitarie hanno comunicato che l'uomo è stato sottoposto a tampone alla fine del suo turno, il 29 gennaio, risultando negativo. Nei giorni successivi ha sviluppato alcuni sintomi e, a nuovo test, è risultato positivo nella giornata di mercoledì.

Per precauzione ogni attività agonistica prevista in questi giorni è stata cancellata in attesa che vengano effettuati nuovi test. Daniel Andrews, governatore dello Stato di Victoria, ha riferito che, ad oggi, non viene preso in considerazione un rinvio dell'inizio del torneo, previsto per lunedì, dato che i risultati dei tamponi arriveranno entro 24 ore.