Il Cremlino: "Basta parlare di guerra nucleare"

Russian Defence Ministry / Sputnik via AFP

AGI - La minaccia di usare le armi atomiche esce dalla retorica bellica. Il Cremlino ha avvertito che e' "inammissibile" anche solo sollevare domande sulla possibilità di utilizzare armi nucleari. "Consideriamo tali domande inaccettabili di per sé, per non parlare di una loro valutazione" concreta, ha detto il portavoce Dmitri Peskov, rispondendo alla stampa che gli chiedeva di commentare le parole del presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, secondo cui né gli Stati Uniti né la Russia stanno valutando l'uso di armi nucleari.

"Se notate, nessuno da parte russa discute di questo tema né lo ha mai fatto", ha sottolineato Peskov. Il tema dell'uso dell'arma nucleare, ha poi denunciato. "è discusso nelle capitali europee e ovunque, contribuiendo ad aumentare così la tensione su un argomento del tutto inaccettabile e potenzialmente pericoloso".

Gli obiettivi della Russia in Ucraina "possono essere raggiunti sia attraverso negoziati che attraverso l'operazione militare speciale" ha aggiunto Peskov, "I nostri obiettivi sono stati comunicati in dettaglio alla parte ucraina durante i colloqui di marzo e gli ucraini li conoscono bene". Inoltre, ha continuato il portavoce del Cremlino, i negoziatori di entrambe le delegazioni a Istanbul a marzo hanno concordato un testo di un documento, "quindi la nostra posizione e quella del nostro presidente qui sono totalmente comprese e conosciute". Tuttavia, Kiev ha codificato l'impossibilità di proseguire i negoziati con la parte russa, ha concluso

Il presidente ucraino, Volodymy Zelensky, ha lanciato un nuovo appello alla comunità internazionale per la "pace vera", da ottenere con "più pressione sulla Russia". "La pace in Ucraina è una necessità globale. Sottolineo: non è una pausa temporanea, non un'illusione di pace con cui la Russia tenta, solo per preparare una nuova fase di aggressione, ma la vera pace. So che puo' essere raggiunta. Ma per questo dobbiamo preservare l'unità globale e continuare a sostenere la nostra lotta per la libertà. È necessario aumentare la pressione sulla Russia", è stato l'appello ai partecipanti al Bloomberg New Economy Forum, in un intervento rilanciato dallo stesso Zelensky su Telegram.