Il critico a testa bassa contro il ministro che lo accusa anche di violenza verbale sulle donne

·2 minuto per la lettura
Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi a testa bassa contro Luigi Di Maio: “Merita una querela perché nel suo libro mente su di me”: Il critico d’arte scrive un lungo post su Facebook contro il ministro degli Esteri che lo accusa di violenza verbale sulle donne. Dove? Nel suo libro appena uscito e già destinato ad innescare polemiche dal titolo “Un amore chiamato politica”.

Sgarbi contro Di Maio, aria di querela per il titolare della Farnesina autore di “Un amore chiamato politica”

Di cosa parla Luigi Di Maio nel suo libro? Di Matteo Salvini, ad esempio, verso il quale non è certo tenero, ed anche di Vittorio Sgarbi, che quei giudizi non li ha presi benissimo. Di Maio lo accusa di cose che Sgarbi smentisce: “Di Maio mente. Io non ho mai maltrattato le donne, come dichiara Di Maio nel suo libro ‘Un amore chiamato politica’. Il ministro dice una bugia che meriterebbe una querela“.

Vittorio Sgarbi contro Il ministro Di Maio: “La mia violenza verbale non ha obiettivi prediletti, meriterebbe una querela”

Poi il critico d’arte spiega: “La mia violenza verbale non è diretta alle donne in particolare. Io insulto tutti, senza distinguere uomini o donne. Io attacco i maschi come le femmine, e quello che ha scritto Di Maio è la negazione della mia identità. Non confonda e non mi offenda”. E ancora: “E poi non esiste neppure una frase in cui io abbia detto a Di Maio che è omosessuale o gay. Per di più io non ho mai usato la parola omosessuale in senso negativo e tanto meno verso Luigi Di Maio”.

Le accuse sul tema dei gay e la precisazioni “da querela” di Sgarbi contro Luigi Di Maio

Sgarbi chiarisce il vero “target” delle sue critiche, vale a dire l’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, e chiosa in tema di gay: “Sono amico di tanti omosessuali ma sono convinto che non debbano prevalere i valori del mondo omosessuale su quelli del mondo cristiano, ci sono tanti omosessuali anche fra i preti”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli