Il deputato e critico d'arte Vittorio Sgarbi è indagato

·2 minuto per la lettura
Vittorio Sgarbi indagato
Vittorio Sgarbi indagato

Vittorio Sgarbi e la storica compagna Sabrina Colle sono stati indagati. L’accusa è aver esportato illecitamente un quadro del valore di 5 milioni di euro. Il quadro in questione è il “Concerto con bevitore” dipinto nel ‘600 da Valentin de Boulogne. Stando a quanto riporta il quotidiano “La Repubblica”, secondo gli inquirenti Sgarbi e la compagna sarebbero “i proprietari o comunque i detentori” dell’opera d’arte, tuttavia per esportare opere d’arte è necessario avere un attestato di libera circolazione o la licenza di esportazione.

Vittorio Sgarbi indagato, l’udienza è fissata a luglio

Stando a quanto appreso da una nota diramata dai carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale sono in tutto cinque le persone indagate dalla Procura di Siracusa. Tra queste configurano Vittorio Sgarbi e la compagna Sabrina Colle che sono stati accusati di aver esportato un quadro pur non avendo l’attestato di libera circolazione o la licenza di esportazione.

La nota dei militari riporta come il fine dell’esportazione del dipinto fosse quello di esporlo in una nota fiera internazionale per poi venderlo nel mercato internazionale dell’arte. Il dipinto che è stato ritrovato nel Principato di Monaco è stato riportato in Italia lo scorso 15 giugno dove si trova sotto sequestro.

Vittorio Sgarbi indagato, l’attacco sui social: “Si sono fatti male i conti”

Nel frattempo Vittorio Sgarbi con un post sui social ha raccontato la sua versione dei fatti dichiarando di non aver esportato nulla. Ha quindi proseguito: “Il quadro, che evidentemente non è mio, mi è stato sottoposto perché lo studiassi e lo valutassi, cosi come faccio, da anni, regolarmente e legalmente con decine e decine di dipinti: è il mio lavoro di storico e critico d’arte. Tra l’altro, si tratta di una copia. Una copia! l’originale sta all’Accademia Chigiana di Siena! Non ho alcun appartamento a Montecarlo, come è stato scritto. E, a dire il vero, in nessun’altra località. Sono da una vita in affitto!”.

Vittorio Sgarbi indagato: il noto critico d’arte è coinvolto in un’altra vicenda

Non si tratta questa dell’unica vicenda nella quale Sgarbi è stato coinvolto. Il noto critico d’arte risulta attualmente accusato di aver certificato 32 opere attribuite all’artista Gino De Dominicis come dipinti “autentici” pur trattandosi secondo l’inchiesta di falsi. L’udienza preliminare è fissata al prossimo 30 giugno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli