Il derby tra Milan e Inter è finito 1-1

·2 minuto per la lettura

AGI  - Il derby della Madonnina tra Milan ed Inter finisce senza vincitori ma con tantissime emozioni e colpi di scena, dal primo all'ultimo minuto. 1-1 il risultato finale con il rigore dell'ex Calhanoglu e l'autogol di De Vrij, cui hanno fatto seguito un secondo rigore fallito da Lautaro, molte altre occasioni e un clamoroso palo colpito da Saelemaekers al 90'. Nessuno si fa male e in vetta resta tutto invariato, con la squadra di Pioli che si riporta in vetta alla pari del Napoli (32 punti) e gli uomini di Inzaghi a seguire a quota 25.

Inizio fiammante a San Siro, con il primo episodio del match che arriva dopo otto minuti: Calhanoglu viene steso in area rossonera da Kessie, l'arbitro assegna il penalty e lo stesso centrocampista turco, grande ex della sfida, realizza dal dischetto su gentile concessione di Lautaro Martinez. Il Milan però non si demoralizza e al 17' pareggia i conti grazie all'autogol di De Vrij, che si ostacola in un contrasto aereo con Skriniar deviando nella propria porta il calcio di punizione di Tonali.

Emozioni che continuano anche una decina di minuti più tardi, quando Darmian si conquista il secondo rigore di serata per l'Inter per un fallo netto di Ballo Toure: stavolta dagli 11 metri va Lautaro, ma l'argentino si lascia ipnotizzare da un super Tatarusanu. Nel finale di frazione la squadra di Inzaghi costruisce altre due palle gol enormi, prima con Barella murato sulla linea da Ballo Toure, poi con lo stesso Lautaro che da ottima posizione spara a lato di pochissimo.

Nella ripresa partono ancora meglio i nerazzurri, che sfiorano il nuovo vantaggio con un destro velenoso di Calhanoglu che attraversa tutta l'area piccola senza esser deviato da nessuno. Più tardi ci prova anche il neo entrato Vidal, murato provvidenzialmente per due volte da Kalulu.

Nel finale torna a farsi vedere pericolosamente anche il Milan, che spaventa Handanovic con una punizione velenosa di Ibrahimovic e un destro alto di Bennacer, che poteva fare meglio da posizione invitante. Tantissima intensità da parte della squadra di Pioli negli ultimi minuti, ad un passo dal successo con il palo colpito al 90' da Saelemaekers e l'errore sulla ribattuta di Kessie. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli