Il dipinto ‘Il Quarto Stato’ da Milano va a Firenze per due mesi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 apr. (askanews) - "Il Quarto Stato entrerà in un monumento della cultura mondiale come il Salone del Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, con il ciclo di affreschi del Vasari. In quest'ottica di scambi culturali tra le città è giusto che si possa pensare a una grande mostra". Lo ha detto l'assessore alla Cultura del Comune di Milano Tommaso Sacchi, in occasione della partenza dal Museo del Novecento meneghino del grande dipinto "Il Quarto Stato" di Giuseppe Pellizza da Volpedo, che per due mesi sarà esposto nel capoluogo fiorentino.

Il quadro è stato preparato per il viaggio e al momento dal Comune fanno sapere di non avere ancora individuato quale opera fiorentina potrebbe fare il percorso inverso nei prossimi mesi. Quello che invece hanno annunciato Sacchi e Danka Giacon del Museo del Novecento è che al posto del Quarto Stato verrà esposta nel periodo di prestito un lavoro delll'artista contemporaneo Massimo Bartolini, intitolato "The fourth Homage". In attesa della nomina del nuovo direttore del museo milanese, per ora non si esclude che al suo rientro in Lombardia il grande dipinto di Pellizza, con la cornice lungo sei metri e alto tre, potrebbe trovare una nuova collocazione, "ma è un discorso complessivo che dovrà essere affrontato con la nuova direzione", ha ribadito più volte l'assessore Sacchi, che ha anche confermato la volontà di potenziare le collaborazioni tra le città e le istituzioni culturali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli