Il direttore di Malattie Infettive al Sacco fa il tifo per Strada

·1 minuto per la lettura
Massimo Galli e Gino Strada
Massimo Galli e Gino Strada

Massimo Galli, direttore del reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Sacco di Milano, sta dalla parte di Gino Strada. Dopo l’accordo raggiunto tra Emergency e la Protezione Civile, il direttore, in diretta ad Agorà su Rai 3, ha espresso tutta la sua solidarietà per Gino Strada. Il fondatore della Ong gestirà in Calabria gli ospedali da campo, i triage e i Covid hotel.

Galli tifa per Gino Strada

Faccio i miei migliori auguri ad un amico e a una persona che stimo. Eravamo compagni di università, si tratta di un lavoro difficile” ha spiegato Massimo Galli, che ha ammesso di fare il tifo di Gino Strada, di conoscerlo bene e stimarlo molto per il suo grande lavoro. Matteo Salvini e Giorgia Meloni si sono opposti alla nomina a commissario della Sanità e Galli ha approfittato del collegamento per lanciare una delle sue frecciatine. “Già bisogna trasferire l’esperienza di Gino e della sua organizzazione in un intervento del genere. Se si aggiunge che il suo lavoro, invece di essere universalmente apprezzato, si ritrova ancora tra l’incudine e il martello” ha dichiarato.

È il dramma di tutti i tecnici alle prese con componenti di ordine politico. Una persona chiamata per salvare la situazione si trova davanti una serie di opposizioni preconcette. Veramente mi vien da dire che ha un gran coraggio” ha spiegato Massimo Galli, rincarando la dose. Il direttore dell’ospedale Sacco si è schierato ufficialmente dalla parte di Gino Strada e lo ha definito un uomo coraggioso, dopo che ha deciso di prendersi delle responsabilità molto importanti. Il lavoro di Strada è molto apprezzato da Massimo Galli, che lo considera un vero amico. Proprio per questo a deciso di dargli tutto il suo appoggio e la sua solidarietà anche a distanza.