Il direttore scientifico dello Spallanzani: "Non possiamo pensare di tornare come prima"

·1 minuto per la lettura
covid ippolito spallanzani distanziamento fino al 2022
covid ippolito spallanzani distanziamento fino al 2022

Il direttore scientifico dello Spallanzani di Roma, Giuseppe Ippolito, intervenendo a un webinar sul “Piano dei vaccini anti Covid nel Lazio”, ha dichiarato che il Covid non sparirà con il vaccino e che bisognerà mantenere il distanziamento sociale almeno fino al 2022. “Nonostante la vaccinazione non possiamo pensare che torneremo ai sistemi come erano prima. Il virus ci terrà compagnia fino al primo trimestre 2022. Quei livelli di assembramento non sono più possibili”.

GUARDA ANCHE: Parla la famiglia di medici vaccinata a Roma

Covid distanziamento fino al 2o22

Intanto, alle 4 del mattino di mercoledì 30 dicembre, è arrivato a Malpensa uno dei sei aerei incaricati di portare in Italia la fornitura settimanale del vaccino covid. Si tratta nello specifico di 470mila dosi totali, 94.770 delle quali spettano alla Lombardia. Il farmaco Pfizer è stato scaricato e portato fuori nei mezzi Dhl scortati da Guardia di Finanza e Polizia.

“La campagna di vaccinazione di massa – comunicano dallo staff del Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri – si intensificherà a partire da mercoledì, quando arriveranno in Italia 469.950 dosi di vaccino Pfizer destinati ai siti di somministrazione individuati dal Commissario in accordo con le Regioni”. La vaccinazione dunque procede e, seppur con qualche ora di ritardo a causa del maltempo, i vaccini stanno cominciando ad arrivare.

Il vaccino è arrivato in tempi così brevi per quattro motivi. Innanzitutto per la rapidità nell’acquisizione dei dati molecolari sull’infezione, poi per il recente sviluppo tecnologico e la quantità di soldi messi a disposizione. Infine, il quarto e ultimo elemento da tenere in considerazione è la velocità con cui la pandemia imperversa.

GUARDA ANCHE: Vaccini scortati dallo Spallanzani