Il discorso del Premier a Monecitorio

·2 minuto per la lettura
Quanto ci ha fatto risparmiare Draghi
Quanto ci ha fatto risparmiare Draghi

Dopo aver incassato la fiducia al Senato con 262 voti favorevoli, nella giornata di giovedì 18 febbraio il governo Draghi si appresta a ripetere l’operazione alla Camera. Alle ore 9 è infatti iniziata la discussione generale – che il Premier sta seguendo seduto tra i banchi dell’esecutivo – a cui seguirà il dibattito parlamentare e la votazione vera e propria, prevista a partire dalle 20.

Draghi: “Difendere il Paese dalla corruzione”

Nel corso del dibattito sulla fiducia alla Camera, Draghi ha dedicato un passaggio anche alla lotta alla corruzione: “Un Paese capace di attrarre investimenti deve assicurare legalità e trasparenza. La semplificazione ha una funzione anticorruttiva”.

Sulla ripartenza delle piccole e medie imprese quando sarà finita la pandemia ha invece affermato: “Comporta e incrocia internazionalizzazione, accesso al capitale, investimenti. Dobbiamo favorire il processo di transizione tecnologica e sostenibilità ambientale”.

Governo: oggi la fiducia alla Camera

L’ex governatore della BCE ha già depositato ieri alle 11:30, dopo aver concluso il suo intervento a Palazzo Madama, il testo del discorso programmatico che i parlamentari hanno già potuto visionare. Dopo aver parlato all’aula di Montecitorio, il presidente Roberto Fico darà il via alla discussione generale con gli interventi dei deputati. Dalle 12 alle 13:30 la seduta sarà sospesa per la sanificazione dell’Aula e proseguirà fino alle 16 quando avrà luogo un’altra igienizzazione.

Il calendario prevede che alle 18 il Premier prenda nuovamente la parola per la sua replica e che dalle 18:30 alle 20 circa i deputati facciano le proprie dichiarazioni di voto. Dopodiché ci sarà la prima chiama per il voto di fiducia. Come in Senato, ci si attende una larga maggioranza anche se per il momento il record del numero dei voti a favore è detenuto da Mario Monti, che a Palazzo Madama ottenne 281 sì. Atteso altresì il voto contrario di alcuni membri del Movimento Cinque Stelle.

Nel suo discorso Draghi dovrebbe, sulla scia di quanto fatto a Palazzo Madama, fare il punto sull’emergenza sanitaria e sulle sue conseguenze economico-sociali nonché enunciare il programma che intende perseguire – dal Next Generation EU alla campagna vaccinale – e invitare le forze politiche a mettere da parte le rivalità per sostenere un governo di unità.