Il disturbatore telefonico Michele Caruso colpisce di nuovo "Chi l'ha visto?" e la Sciarelli si infuria in diretta

Huffington Post

Scherzo in diretta a Chi l'ha visto?. Nel corso della puntata di mercoledì 23 maggio un uomo, tale Michele Caruso, è intervenuto in collegamento telefonico con Federica Sciarelli, millantando di avere notizie su una persona scomparsa. Ricevuta la parola, si è tuttavia limitato a gridare il proprio nome, riagganciando subito dopo.

"Se si trattava di uno scherzo, era di cattivo gusto", ha commentato la conduttrice, che ha poi invitato la redazione a ricontattare il disturbatore per "dirgliene quattro". Michele Caruso non è nuovo a scherzi telefonici, perpetrati sia in diretta televisiva che in radio (è, in particolare, una vecchia conoscenza degli ascoltatori delle emittenti romane). Già in un'altra occasione, la Sciarelli si era trovata a battibeccare con il disturbatore, sbottando: "Sei Michele Caruso? Se sei Caruso sono fatti tuoi, adesso ti denuncio io. La devi piantare, fatti curare".


In quell'occasione, tra marzo e aprile 2017, Caruso aveva voluto porgere le sue scuse alla conduttrice intervenendo a Radio Cusano Campus: "Adesso posso confessarlo: ero io, ma non sono un mentecatto, vorrei solo dare un contributo valido a programmi d'inchiesta. Siccome ho studiato psicologia, quando ci sono questi casi (si riferiva al caso di Emanuele Morganti, ventenne di Alatri scomparso dopo un pestaggio mortale lo scorso anno, ndr), dove uno dovrebbe almeno chiamare il 113 e il 118, si verifica invece quella che è tecnicamente definita apatia degli astanti. Se ci fossi stato io avrei fatto tutt'altro e allora mi sono sentito in dovere morale chiamando la Sciarelli di per poter dare un contributo, al fine di stimolare chi poteva farlo e non l'ha fatto. Si trattava di una provocazione".


Partecipa su HuffPost e Repubblica, in collaborazione con Zeit Online, alla 1° edizione italiana di "My...

Continua a leggere su HuffPost