Il dittatore sarebbe pronto ad usare le armi nucleari anche contro gli Usa che proteggono Seul

Kim Jong-un
Kim Jong-un

Kim Jong-un torna a minacciare l’annientamento della Corea del Sud e il dittatore sarebbe pronto ad usare le armi nucleari anche contro gli Usa che proteggono Seul. Lo scopo dichiarato di Kim, che ama essere sottile, è quello di respingere tentativi di rovesciare il suo regime, ma il senso è chiaro. Dopo tre settimane Kim Jong-un ha fatto la sua prima apparizione ufficiale e, tanto per non farsi mancare niente e per dire qualcosa di nuovo, ha minacciato di  “eliminare” la Corea del Sud.

Kim torna a minacciare il Sud

Ad onor del vero il discorso di Kim di queste ore è stato particolarmente violento e mirato, ma già ad aprile, in piena esplosione del Covid, il dittatore di Pyongyang aveva lanciato strali tremendi. Il nemico è Seul e lo è diventato ancora di più da quando il presidente conservatore Yoon Suk-yeol si è insediato lo scorso 10 maggio.

“Pronto alla guerra con gli Usa”

Perché? Perché il nuovo presidente della Corea del Sud è stato molto duro con i vicini anche se non aveva affatto escluso il dialogo. E in occasione della celebrazione del 69mo anniversario dell’armistizio che pose fine alla Guerra di Corea del 1950-53, Kim non le ha mandate a dire: “Gli imperialisti americani stanno spingendo le autorità sudcoreane in uno scontro suicida con il Nord. Ancora una volta chiarisco che la Corea del Nord è pronta per qualsiasi confronto militare con gli Usa”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli