Il dramma del 2 giugno con un 17enne gravissimo è diventato tragedia poco dopo la mezzanotte

Soccorritori all'opera sul lago di Como in altra circostanze
Soccorritori all'opera sul lago di Como in altra circostanze

Tragedia nel giorno della Festa della Repubblica in Lombardia nei pressi del Tempio Voltiano, è morto il ragazzo soccorso nel lago di Como dopo che era rimasto mezzora a fondo. I media spiegano che il dramma del 2 giugno con un 17enne gravissimo è diventato tragedia poco dopo la mezzanotte quando il giovane è spirato a poche ore dal suo ricovero in ospedale. Il ragazzo era  stato stato ripescato dal lago dopo un tuffo e, dicono i media locali, dopo essere rimasto sott’acqua per oltre 30 minuti.

Morto il ragazzo soccorso nel lago di Como

Alla fine, dopo l’arrivo dei soccorritori e le ricerche in acqua, il giovane era stato individuato e gli operatori del 118 avevano tentato di rianimarlo. Purtroppo però la vittima era giunta al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia in condizioni disperate. Talmente disperate che malgrado un immediato ricovero in un reparto con ventilazione assistita e macchinari di supporto vitale il 17enne è deceduto poco prima di mezzanotte.

Fra pochi giorni avrebbe compito 18 anni

Secondo le prime informazioni ricevute il ragazzo non ha origini italiane e soltanto fra qualche giorno avrebbe compiuto 18 anni. La salma è stata posta sotto sequestro e non è affatto da escludersi che il magistrato di turno stabilisca nelle prossime ore gli atti preliminari di nomina per un’autopsia che possa far luce sulla tragedia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli