Il dramma di Dora Moroni: "Costretta a vendere casa per debiti"

Dora Moroni (Photo by Marco Piraccini/Archivio Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)

"Sono costretta a vendere la mia casa, ereditata da mia madre, per pagare un debito di 35 mila euro". A rivelarlo a Live Non è la D'Urso è la cantante Dora Moroni, tristemente nota per il grave incidente stradale che la vide coinvolta insieme al presentatore Corrado nel 1978.

VIDEO - Barbara D’Urso, incidente domestico e mano ustionata

Nel salotto della D'Urso, Dora Moroni ha raccontato di essere stata condannata a pagare 35mila euro in appello per le spese processuali di una causa intentata a un ospedale dopo la mancata riuscita di un intervento chirurgico che avrebbe dovuto ridurle lo strabismo a un occhio.

"Volevo fare l'occhio uguale all'altro, visto che era cieco, ma era spostato in esterno. Quindi volevo sistemarlo come l'altro, si trattava di una tecnica diversa. Mi hanno detto che un dottore poteva farlo in maniera molto semplice", ha raccontato la Moroni, ribadendo: "La casa me l'ha lasciata mia madre. Io non sono in grado di tornare a lavorare, non riesco nemmeno a parlare".

LEGGI ANCHE: Morali e Favoloso sposi in Tanzania: il video delle nozze va in onda a Live-Non è la D'Urso

La cantante ha poi spiegato, disperata, di aver perso quella positività che da sempre l'ha contraddistinta: "Sono molto delusa dalla vita, non sono in grado di tornare a lavorare, non riesco nemmeno a parlare"

Barbara d'Urso ha però promesso di aiutarla: "Vedrai che qualcosa succederà".