Il drammatico viaggio degli agnelli verso i macelli italiani

·1 minuto per la lettura
featured 1257142
featured 1257142

Milano, 2 apr. (askanews) – Agnelli stremati e disidratati, imprigionati in spazi ristretti per un lungo viaggio prima di finire al macello. Animal Welfare Foundation (AWF) e l’Enpa (Ente Nazionale protezione Animali) hanno diffuso nuove immagini che mostrano ancora una volta il dramma del trasporto di animali vivi, in particolare degli agnelli in occasione delle festività. Negli ultimi giorni, a ridosso del periodo di Pasqua, con il supporto di Animal Equality, hanno seguito tre camion che trasportavano migliaia di agnelli di soli 2 o 4 mesi provenienti da Polonia e Romania.

Uno degli autisti del camion proveniente dalla Polonia è stato fermato dalla polizia ed è stato sanzionato per oltre 1300 per le condizioni inadeguate di trasporto, mentre un altro guidatore ha ammesso di non aver fornito acqua agli animali per tutta la durata del viaggio.

I camion hanno viaggiato per oltre 1700 km, arrivando a toccare quasi 30 ore di viaggio, in condizioni terribili e senza fornire cure adeguate agli animali. I camion sono diretti a due macelli in Lazio e Toscana.

Ogni anno in Italia sono più di 2 milioni gli agnelli che vengono macellati per i consumi di carne, solo nel periodo pasquale ne vengono uccisi 300.000. Ad oggi, la maggior parte è importata attraverso le rotte dell Est Europa, un lungo viaggio pieno di sofferenze per questi giovani animali.