Il drone che naviga dentro gli uragani per capire come funzionano

·2 minuto per la lettura

Saildrone realizza barche a guida autonoma per studiare l'ambiente. Quest'estate, la startup della Silicon Valley ne ha inviate cinque nell'Oceano Atlantico per seguire l'evolversi una serie di uragani. Le barche sono droni a guida autonoma costruite per sopravvivere ai venti forti degli uragani e alle onde enormi. La loro funzione, una volta immersi nella tempesta, è quella di migliorare la nostra comprensione di come si intensifichino questi fenomeni. Il direttore tecnico della National Oceanic and Atmospheric Administration Chris Meinig ha raccontato alla CNN: “Se sei al centro di un uragano a quel tipo di velocità del vento, l'oceano è proprio questo grande, schiumoso disordine lì dove inizia l'acqua e finisce l'aria. Non riesco a immaginare di fare volare di proposito un aereo o navigare una nave dentro un uragano. Preferisco di gran lunga inviare questi robot e lasciare che facciano il loro lavoro”.

Le navi di Saildrone sono lunghe circa sette metri e hanno quattro telecamere su di esse. Misurano il vento così come la temperatura dell'oceano e dell'aria e hanno come obiettivo proprio quello di comprendere come si scambiano energia e calore tra l'oceano e l'atmosfera: l'uragano Ida, che di recente ha colpito la costa del Golfo prima di raggiungere il nord-est degli Usa, è passato da una tempesta di categoria 1 a una di categoria 4 in meno di 24 ore. I dati vengono ritrasmessi agli uffici di Saildrone ad Alameda, in California.

Tutte e cinque I droni di Saildrone sono finora rimasti intatti lungi tutta la stagione degli uragani nell'Oceano Atlantico, non hanno quindi incontrato la traiettoria dell'uragano Ida nel Golfo del Messico che ha ucciso almeno 78 persone nel nord-est del Paese, ma l'azienda prevede di studiare presto le tempeste anche nell'Oceano Pacifico. Per il momento, gli studi hanno riguardato le condizioni oceaniche vicino all'Alaska navigando per oltre 500mila miglia e nel 2019 una delle barche è diventata il primo veicolo senza equipaggio a circumnavigare l'Antartide. Tra i clienti di Saildrone ci sono la NASA, la US Coast Guard, il Dipartimento della Difesa e diverse università. Saildrone ha realizzato circa 100 droni, compresi quelli di maggiori dimensioni: “Gli oceani stanno davvero determinando il nostro clima e il clima globale. Comprendere il tasso di cambiamento ci darà davvero una visione profonda del nostro futuro e di come potremmo aver bisogno di cambiare le cose”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli