Il famigerato Do-Dodonpa, l’attrazione da 170 km/h, è troppo pericoloso e va revisionato da zero

·1 minuto per la lettura
Uno scorcio delle montagne russe "fast"
Uno scorcio delle montagne russe "fast"

In Giappone sono state chiuse le montagne russe più veloci del mondo: provocano lesioni ed ossa rotte per i passeggeri, perciò niente più Do-Dodonpa, l’attrazione da 170 kmh che in 20 anni ha fatto danni seri. Chiudono dunque i battenti quelle montagne russe non solo da infarto, ma anche da ricorso in ortopedia. Chiudono fino a nuovo avviso dopo la sequela di denunce da parte di clienti che da quell’attrazione erano usciti con le ossa rotte.

Addio Do-Dodonpa in Giappone: chiuse le montagne russe più veloci del pianeta

Il parco giochi giapponese a Fujiyoshida, a ovest di Tokyo, il Fuji-Q Highland contava molto sull’attrattiva del Do-Dodonpa, ma quell’ottovolante che passa da zero a 172 km/h in meno di due secondi non ha dato solo brividi, ma anche referti medici, con il terrore costente di esiti ancor peggiori, non nuovo nei centri di divertimento del mondo.

Dopo 20 anni chiuse le montagne russe più veloci del pianeta: sono in Giappone

Il Do-Dodonpa, con gran clamore e molte aspettative, era entrato in funzione nel 2001 e il motivo della sua chiusura è stato affidato ad un comunicato. La nota spiega che le montagne russe sono state chiuse “a causa di una revisione dei sistemi di sicurezza”.

Ossa rotte e paura: chiuse in Giappone le montagne russe più veloci del pianeta

Il tutto era accaduto, spiegano i media locali, dopo la denuncia di diversi casi di feriti gravi avvenuti nell’ultimo anno”. Che tipo di ferite riportavano costoro? Pare che alcuni passeggeri infatti si siano ritrovati con le ossa rotte dopo essere scesi dalle carrozze a fine corsa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli