Il famoso coreografo è stato colpito da due aggressori durante il suo rientro a casa

·2 minuto per la lettura
luca tommassini aggredito
luca tommassini aggredito

Momenti di grande paura per il famoso coreografo Luca Tommassini: aggredito mentre stava rientrando a casa. Erano circa le 23 del 26 ottobre e Tommassini stava facendo ritorno alla sua abitazione a Trastevere, nel cuore di Roma. I malviventi si sono avvicinati all’artista e lo hanno minacciato con una pistola.

Luca Tommassini aggredito

Il celebre coreografo, Luca Tommasini, è stato aggredito da cinque rapinatori davanti alla sua abitazione a Roma. Stava rientrando a casa dopo aver partecipato, in qualità di ospite, al Lovers Film Festival, in compagnia di Vladimir Luxuria. All’improvviso, proprio davanti alla porta del condominio, intorno alle ore 23:00 Tommasini è stato aggredito da cinque rapinatori. Il ballerino ha cercato di scappare per le scale ma – come ha raccontato all’agenzia Ansa – è stato raggiunto e immobilizzato dai due uomini.

Le parole del coreografo

Tommassini ha raccontato, inoltre, che gli è stata puntata alla gola anche una pistola. “Avevano un borsone, accette, picconi e non so che altro. Mi spingevano, strattonavano. Li ho supplicati di non uccidermi, mi hanno puntato la pistola alla gola“.

Luca Tommassini ha poi continuato la sua narrazione spiegando di essere rimasto un’ora in balia dei malviventi, fino a quando non sono arrivate le forze dell’ordine con le volanti. L’intento era quello di derubare l’abitazione del coreografo, ma i rapinatori sono scappati via con il cellulare, le chiavi l’allarme di casa di Tommassini. Adesso afferma di stare bene, ma la grande paura lo ha scioccato. Tramite il suo profilo Facebook ha spiegato in queste ore l’accaduto e ha voluto ringraziare le forze dell’ordine e i vicini di casa che lo hanno aiutato.

Vladimir Luxuria ha subito voluto portare la sua solidarietà sui social nei confronti dell’amico. Scrivendo un post sul suo profilo Twitter, ha affermato di essere vicina al coreografo, vittima della terribile aggressione nei pressi della sua abitazione.