Il fascicolo parallelo sui partecipanti alla rivolta va avanti e arrivano le prime decisioni.

·1 minuto per la lettura
assalgo CGIL misure cautelari
assalgo CGIL misure cautelari

Nella giornata di oggi, 14 gennaio 2022, sono state emesse cinque nuove misure cautelati nei confronti di soggetti che avrebbero preso parte attivamente all’assalto della sede romana Cgil avvenuto lo scorso 9 ottobre in concomitanza di una manifestazione organizzata nella Capitale contro il Green pass.

Assalto Cgil, nuove misure cautelari

La polizia ha fermato gli indagati con l’accusa di devastazione e saccheggio con le cinque misure cautelari divise tra detenzione domicialire, due, e obbligo di dimora, tre. Nello specifico sono finti ai domiciliari Andrea Savaia di Genova, attivista No Green pass, e Giuseppe Bonanno Conti, leader della sezione catanese di Forza Nuova.

Assalto alla Cgil, 5 nuove misure cautelari

L’obbligo di dimora è stato invece imposto ad un militante di Bologna e ad altri due cittadini residenti a Roma che risultano essere incensurati. A guidare le indagini sono il procuratore Michele Prestipino e il sostituto procuratore Gianfederica Dito.

5 nuove misure cautelari per l’assalto alla Cgil

Si allarga dunque il fascicolo parallelo sui partecipanti alla rivolta che va di pari passo con le indagini, ormai concluse, sugli istigatori del corteo di 1500 persone poi giunto alla sede della Cgil. Le nuove misure cautelari sono scattate dopo che la Digos ha nuovamente analizzato e incrociato i filmati delle telecamere di sicurezza con le immagini riprese dai cellulari dei testimoni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli