Il fatto si è consumato durante una manifestazione dei collettivi contro il governo in carica

L'immagine virata che sta facendo il giro dei social
L'immagine virata che sta facendo il giro dei social

Un manichino di Giorgia Meloni impiccato a testa in giù a Bologna, il fatto si  si è consumato durante una manifestazione dei collettivi contro il governo in carica. Sull’episodio si è pronunciato in maniera durissima  il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida: “Molto grave quanto avvenuto oggi a Bologna, dove esponenti dei collettivi della sinistra hanno sfilato in corteo con un manichino raffigurante il presidente Meloni esposto a testa in giù”.

Manichino di Giorgia Meloni impiccato

E ancora: “Ci auguriamo che gli autori di questo vergognoso atto intimidatorio siano individuati e soprattutto ci aspettiamo una netta e inequivocabile condanna da parte di tutte le forze politiche, sinistra in primis. Solidarietà e vicinanza al presidente del Consiglio Giorgia Meloni”.

Lollobrigida: “Pericoloso segnale di violenza”

Poi Lollobrigida ha spiegato: “Il manichino di Giorgia Meloni impiccato a testa in giù in piazza a Bologna è un pericoloso e inaccettabile segnale di violenza. Nessuno, nemmeno chi siede nelle aule istituzionali e ha fomentato odio contro la destra per raccattare qualche voto, può esimersi dall’indignarsi”. E in chiosa: “Oggi prendono di mira il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ma in questa spirale domani potrebbe accadere a chiunque altro. Adesso Pd, sinistra e M5s, si degnino almeno di condannare questa vergogna“.