Il filmato mostra chiaramente l’utilizzo di munizioni “a grappolo” nel quadrante di Donetsk

Le munizioni "cluster" frammentate dopo l'esplosione
Le munizioni "cluster" frammentate dopo l'esplosione

Guerra in Ucraina, orrori che non cessano ed accuse incrociate fra Kiev e Mosca sull’utilizzo di ami vietate: a Makiivka i residenti filmano l’attacco con un razzo ad un edificio residenziale e quel filmato, presente su Twitter da una decina di ore, mostra chiaramente l’utilizzo di munizioni “a grappolo” nella cittadina dell’Ucraina orientale che si trova nel quadrante di Donetsk e che fa parte dei territori contesi.

Makiivka, attacco con un razzo ad un edificio

Sui social le accuse reciproche si sono moltiplicate perché in quel caso contro un edificio sono state usate le cluster bomb, ovverosia le terribili sub munizioni “a grappolo”. Il dato è che i residenti di Makiivka hanno filmato l’arrivo di un razzo che in ogiva trasportava bombe a grappolo. La versione ufficiale è che quel razzo è stato lanciato da un BM-27 Uragan in edifici residenziali. Si tratta di un mezzo pesante lanciarazzi in dotazione ai russi ma fonti non ufficiali sostengono che sia anche nella disponibilità delle truppe ucraine.

Cosa fanno le bombe a grappolo

Ma cosa sono le bombe a grappolo? Sono ordigni collettivi chiamati “bomblets”. Quando il cosiddetto “cluster”, cioè l’ordigno-contentitore principale si apre, esse vengono disperse a distanza e tutta l’area di quel mortale ombrello diventa un inferno. Non essendo infatti armi “mirate” le cluster sono quelle che forse più facilmente centrano i civili perché hanno target di area vasta.

Qui sotto potete vedere il video di quelo a cui i residenti di Makiivka hanno assistito. Immagini davvero impressionanti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli