Il filosofo crede che il centrodestra vincerà ma avrà problemi di leadership con l’Europa

Massimo Cacciari
Massimo Cacciari

Con Affaritaliani Massimo Cacciari è stato lapidario sui due temi cardine della campagna elettorale per le elezioni del 25 settembre: “Con Meloni proveranno di tutto e il divorzio Letta-Calenda è incredibile”. In buona sostanza e stando così le cose con il centrosinistra il filosofo crede che il centrodestra vincerà ma avrà problemi di leadership con l’Europa.

Cacciari: “Con Meloni proveranno di tutto”

Ha detto Cacciari: “Mi aspetto che qualcosa salti fuori in campagna elettorale, che dal punto di vista internazionale sarà senza esclusione di colpi. L’Europa non poteva giocarsi la Francia e ora non si può giocare l’Italia“. Insomma, Meloni è una vincitrice quasi certa del voto ma non una certissima premier: “Non mi meraviglierei, ne vedremo di tutti i colori per bloccarla“.

“Il divorzio Letta-Caleda conclusione logica”

E sul divorzio fra Enrico Letta e Carlo Calenda? Quello per Cacciari “ha dell’incredibile. Anche se in molti, come il sottoscritto, non si aspettavano che sarebbe finita così male, ragionando è una conclusione logica“. Per il filosofo si parla di “intese dettate unicamente da uno stato di necessità“. E in chiosa: “Il risultato di tutto ciò è che probabilmente il centrodestra vincerà in tutti i collegi uninominali, poi nel proporzionale vedremo come andrà a finire. È un sistema elettorale pazzesco, senza alcun senso logico”. Per Cacciari la vittoria di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia è quasi scontata.