Il focolaio di Coronavirus nei visoni danesi sembra essere sotto controllo

·1 minuto per la lettura
Covid nei visoni, Danimarca: "Forse debellato"
Covid nei visoni, Danimarca: "Forse debellato"

Covid nei visoni in Danimarca, “con tutta probabilità” debellata l’epidemia. Lo ha annunciato il ministro della Sanità Ellen Trane Nørby, in riferimento alla mancanza di nuovi casi della versione mutata “Cluster 5”, dal 15 settembre 2020.

Covid nei visoni “quasi” debellato

A seguito dell’individuazione di un nuovo ceppo di Covid in un allevamento di visoni da pelliccia in Danimarca, il ministro dell’Agricoltura Mogens Jensen ha rassegnato le dimissioni. “Credo di non avere più l’appoggio necessario dei partiti presenti in parlamento. Devo presentare le mie dimissioni”, ha annunciato il ministro, “È chiaro che sono stati fatti degli errori nel mio ministero e me ne assumo la responsabilità”.

Le dimissioni di Jensen sono state rese pubblicamente tramite un comunicato in televisione e consegnate alla premier Mette Frederiksen, quando il Governo danese ha annunciato l’abbattimento straordinario di 17 milioni di visoni, piano varato senza il sostegno di una legge adeguata. In parole povere, gli allevatori si sono lamentati della misura, a ragion veduta: non è infatti legale in Danimarca ordinare una eliminazione di massa di animali se non quelli malati.

Danimarca, legge anti-visoni

Ora c’è un disegno di legge che proibisce gli allevamenti di visoni fino alla fine del 2021, ma queste misure non hanno convinto i partiti che appoggiano il governo di minoranza. Il leader dell’opposizione liberale, Jakob Elleman-Jensen, ha dichiarato: “Questo è solo l’inizio, chiedo di esaminare a fondo la questione per valutare le responsabilità del primo ministro”. Nel frattempo, sono 284 le strutture allevamento nelle quali i capi sono stati uccisi, un quinto del totale della Danimarca.