Il fondatore di Facile.it è stato accusato da un'altra ragazza

·1 minuto per la lettura
Alberto Genovese seconda ragazza
Alberto Genovese seconda ragazza

Dopo la denuncia di violenza sessuale nei confronti di Alberto Genovese da parte di una 18enne, spunta un’altra ragazza che ha raccontato alla magistratura di essere stata drogata e violentata dall’imprenditore fondatore di Facile.it. L’episodio risalirebbe all’estate scorsa.

Alberto Genovese accusato da una seconda ragazza

Secondo le indagini della Procura di Milano e stando a quanto riportato sul provvedimento di fermo, ci sarebbe infatti una seconda vittima già ascoltata dal procuratore aggiunto Letizia Mannella e dal pubblico ministero Rosaria Stagnaro.

La giovane ha raccontato loro di aver subito violenze simili a quelle raccontate dalla prima vittima. Quando era in vacanza su un’isola spagnola, lo startupper l’avrebbe invitata ad una serata per poi convincerla ad assumere droga. La mattina seguente si sarebbe poi risvegliata dolorante e con segni di violenze sul corpo.

La magistratura sta indagando su questo secondo episodio ma anche sulle dichiarazioni messe a verbale da alcuni testimoni. Stando a queste ultime quello del 10 ottobre non sarebbe infatti stato l’unico festino a base di droga e alcol a casa di Genovese: potrebbero dunque potenzialmente esserci altre vittime delle sue presunte violenze.

Intanto l’imprenditore, che dovrà rispondere delle accuse di violenza sessuale, spaccio di droga e sequestro di persona, si trova al carcere di San Vittore. Qui ha rilasciato una dichiarazione spontanea davanti al giudice per le indagini preliminare spiegando di essere dipendente dalla cocaina da quattro anni: “Quando sono sotto gli effetti della droga non riesco a controllarmi“.