Il fotografo Ferdinando Scianna: noi siamo ciò che dimentichiamo

Venezia, 31 ago. (askanews) - "Se noi ricordassimo tutto, saremmo come il famoso personaggio di Borges che per ricordare un giorno aveva bisogno di 24 ore. Noi, dice Freud, siamo quello che dimentichiamo, cioè la nostra memoria seleziona quello che ricorda, e questo cambia nel tempo peraltro, non è sempre lo stesso ciò che costruisce una memoria significativa". Lo ha detto ad askanews, parlando della relazione tra le immagini e il tempo, il fotografo Ferdinando Scianna, di cui la Casa dei Tre Oci di Venezia ospita la mostra antologica "Viaggio Racconto Memoria".