Il gambero rosso della Louisiana nell’acqua del fiume Liri a Frosinone

gambero rosso

Procambarus clarkii è il nome di una specie piuttosto dannosa per gli esseri umani: è il gambero rosso della Louisiana, un crostaceo d’acqua dolce che venne importato in Europa nei lontani anni ’70 per scopi alimentari e che poi si è diffuso costituendo un vero pericolo per l’uomo: se presente in ambienti inquinati, il gambero rosso della Louisiana può compromettere gravemente la salute di chi dovesse mangiarlo. Nel fiume Liri, provincia di Frosinone, è stata riscontrata la presenza di molti esemplari di gamberi della Louisiana che, chiaramente, non dovrebbero esserci.

Il gambero rosso della Louisiana

“Siamo molto preoccupati per l’invasione di specie aliena sul territorio di Castelliri. Il gambero della Louisiana ha invaso il capillare sistema idrico della forma Taverna, della Piana di Castelliri ed è presente sul territorio di Monte San Giovanni Campano lungo il fiume Liri (area di invadibilità). Fare Verde ha inutilmente cercato Autorità Competenti per segnalare lo stato di degrado della Biodiversità”. Sono queste le parole che si leggono su un post pubblicato su Facebook dall’associazione Fare Verde.

Tale gambero rosso della Louisiana è una specie aliena e particolarmente dannosa per l’uomo: più nel dettaglio, il gambero risulta tra le 100 specie aliene invasive più dannose d’Europa tanto per l’ambiente quanto per la biodiversità. Allarma sapere che tale specie è stata ritrovata nelle acque del fiume Liri, in provincia della città di Frosinone. Il gambero rosso della Louisiana non dovrebbe affatto trovarsi in tali acque.