Il Gangasagar Mela si farà malgrado i dati preoccupanti della pandemia in India.

·1 minuto per la lettura
covid pellegrini bagno Gange
covid pellegrini bagno Gange

I dati del covid in India nell’ultima rilevazione del 10 gennaio parlano di 168.063 nuovi casi e 277 decessi, ma questi numeri sembrano non fermare i molti pellegrini, sembra circa un milione di persone, che il prossimo venerdi 14 gennaio si ritroveranno per fare il tradizionale bagno nel Gange di inizio anno.

1 milione di pellegrini farà il bagno nel Gange

Sarebbero già decine di migliaia le persone che si sarebbero recate nello Stato orientale del Bengala occidentale in vista del rituale, con l’affluenza che andrà ulteriolmente ad aumentare – secondo le stime – nei prossimi giorni. Si tratta, tra l’altro, di une delle zone del paese più colpite dalla pandemia.

Bagno nel Gange, attesi 1 milione di pellegrini

“Ci aspettiamo tra 800.000 e un milione di persone – ha detto Bankim Chandra Hazra, ministro del Bengala occidentale che ha il compito di organizzare il Gangasagar Mela – Stiamo cercando di implementare tutti i protocolli Covid”. “Abbiamo anche predisposto – ha aggiunto – l’aspersione dell’acqua santa dai droni in modo che non ci sia affollamento ma i sadhu, i sant’uomini indù, sono decisi a fare il bagno. Non li possiamo fermare”.

Il bagno nel Gange dei pellegrini si farà malgrado il covid

Tutto questo avviene mentre nel paese molti Stati hanno annunciato il coprifuoco notturno e nella capitale Nuova Delhi è stata imposto un lockdown nei fine settimana. Ad essere chiusi sono nello specifico ristoranti, bar e uffici privati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli