Il gemello digitale del David di Michelangelo parte per l'Expo di Dubai

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·1 minuto per la lettura
The digital twin of Michelangelo’s David realized in a laboratory located in the historic center of Florence, Italy, 14 April 2021. The departure from Tuscany will happen today. In the coming days, the copy will fly to Dubai where it will represent Italy at Expo. The reproduction of David, a masterpiece kept by the Academy Gallery in Florence, was made thanks to a sophisticated digitalization and then to 3D printing in 14 pieces. It was a long process that began in December and ended just today. David’s twin, of the same size as the original, weighs 400 kilos plus 150 kilos of base, and is made of acrylic resin covered with marble dust. Digital David will arrive in Dubai next week by plane and will be officially presented. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI (Photo: Claudio GiovanniniANSA)
The digital twin of Michelangelo’s David realized in a laboratory located in the historic center of Florence, Italy, 14 April 2021. The departure from Tuscany will happen today. In the coming days, the copy will fly to Dubai where it will represent Italy at Expo. The reproduction of David, a masterpiece kept by the Academy Gallery in Florence, was made thanks to a sophisticated digitalization and then to 3D printing in 14 pieces. It was a long process that began in December and ended just today. David’s twin, of the same size as the original, weighs 400 kilos plus 150 kilos of base, and is made of acrylic resin covered with marble dust. Digital David will arrive in Dubai next week by plane and will be officially presented. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI (Photo: Claudio GiovanniniANSA)

Concluso, in un laboratorio nel centro storico di Firenze, il gemello digitale del David di Michelangelo è partito da Firenze avverrà e volerà a Dubai dove rappresenterà l’Italia all’Expo.

La riproduzione del David, capolavoro custodito dalla Galleria dell’Accademia di Firenze, è stata realizzata grazie a una sofisticata digitalizzazione e poi alla stampa in 3D in 14 pezzi: un lungo processo iniziato a dicembre.

Il gemello del David, delle stesse identiche dimensioni dell’originale, pesa però 400 chili più 150 chili di basamento, è fatto con resina acrilica ricoperta di polvere di marmo. A Dubai il David digitale arriverà la settimana prossima in aereo e sarà presentato ufficialmente il 26 aprile.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La riproduzione della statua deve essere caricata, con l’aiuto di una gru, su un camion per poi essere portata in un deposito dove sarà custodita fino al volo da Milano a Dubai. Un secondo camion ha già caricato il basamento. Per il direttore della Galleria dell’Accademia, Cecilie Hollberg ”è una bellissima opportunità per rappresentare la bellezza del patrimonio culturale dell’Italia, sono felice che abbiano scelto il David di Michelangelo della Galleria dell’Accademia di Firenze che è l’opera d’arte per eccellenza. Sono felice che questo messaggero parta per Dubai, l’originale non avrebbe mai potuto viaggiare quindi questa della riproduzione digitale è stata la soluzione per portale un pezzo di Italia all’Expo di Dubai”.

Il progetto di digitalizzazione e realizzazione del David è stato coordinato da Grazia Tucci, docente del dipartimento di ingegneria civile dell’Università di Firenze, in collaborazione con i tecnici di Hexagon Italia e con il restauratore Nicola Salvioli: è stato quest’ultimo a realizzare la ‘pelle’ del David con la p...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.