Il gestore del Papeete: "Per noi niente effetto Salvini"

webinfo@adnkronos.com

Nessun 'effetto Salvini' per il Papeete Beach di Milano Marittima, dove il leader della Lega è stato più volte fotografato, anche mentre sorseggiava un mojito ghiacciato. A spiegarlo, ospite della trasmissione di Rai Radio1 'Un Giorno da Pecora', è stato il direttore del Papeete Marco Valtancoli, che coi conduttori Geppi Cucciari e Giorgio Lauro ha scherzato proprio sul drink preferito da Salvini che, secondo alcuni, è stato una sorta di simbolo della crisi del governo: "Qual è la ricetta del nostro Mojito? Noi ne abbiamo 25 tipi di diversi, abbiamo un progetto ad hoc che si chiama 'Mojito Paradise', che va avanti da anni. Certo, gli effetti di quest'anno, non si erano mai visti...". Salvini quale di questi 25 preferiva? "Quello classico, che noi facciamo con un'acqua frizzante francese molto famosa...". 

E' vero che volete dare ad uno dei vostri drink il nome del segretario leghista? "No, non è assolutamente vero". Avete venduto più Mojito grazie alla visibilità che vi ha dato Salvini? "No, ne vendiamo la stessa quantità. La pubblicità 'aggiuntiva', diciamo, c'è stata, ma fortunatamente il Papeete andava bene ed è andato bene anche dopo”. Dopo quella famosa foto col cocktail in mano, Salvini è più tornato da voi? “Assolutamente no, è stato l'ultimo Mojito dell'estate da noi. Credo che lui abbia avuto qualche cosa da fare dopo...” Inviterebbe anche il premier Conte a bere da voi? “Certo, molto volentieri. Noi riapriremo a Pasqua però...”, ha concluso Valtancoli a Rai Radio1.