Il giallo della morte dell'ambasciatore tedesco in Cina

·1 minuto per la lettura

AGI - L'ambasciatore tedesco in Cina Jan Hecker, è morto all'improvviso a Pechino. Lo ha annunciato sul proprio sito web il ministero degli Esteri di Berlino. "È con profonda tristezza e costernazione che siamo stati accolti dall'improvvisa morte dell'ambasciatore tedesco in Cina" si legge nella nota, "In questo momento, i nostri pensieri sono con la sua famiglia e coloro che gli sono vicini". 

Hecker è morto pochi giorni dopo il suo insediamento, avvenuto il 24 agosto e non aveva mai dato segni di malattia. Dopo l'arrivo a Pechino, l'ambasciatore e la sua famiglia avevano regolarmente osservato il periodo di quarantena previsto dalla norme cinesi. Il ministero degli Esteri tedesco non ha voluto divulgare dettagli sulle cause della morte. Prima di assumere l'incarico di Pechino era stato consigliere della cancelliera Angela Merkel per la politica estera. 

La morte improvvisa giunge a soli tre giorni dall'ultimo evento a cui il diplomatico aveva partecipato. Venerdì scorso, Hecker aveva ospitato nella sua residenza un evento dedicato all'artista tedesco Joseph Beuys per i cento anni dalla nascita, e secondo quanto riferito da un ospite del ricevimento, il 54enne diplomatico appariva in condizioni normali. L'ambasciata tedesca ha issato oggi le bandiere a mezz'asta. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli