Il Giappone nuovo alleato delle cripto

(Adnkronos) - Bloomberg riferisce che l’autorità di regolamentazione finanziaria del Giappone (FSA) ha proposto di abbassare la pressione fiscale sulle società operanti nel comparto cripto e sui singoli investitori. La misura fa parte di un pacchetto di riforme più ampio voluto dal primo ministro Kishida, fiero sostenitore di un “Nuovo Capitalismo”. Allo studio del governo di Tokyo non ci sarebbero solo esenzioni, ma anche forme di incentivi per le imprese del Web3, che negli ultimi anni, si sono trasferite in massa a Singapore, scoraggiate da un regime fiscale finora sfavorevole.