“Il giardino delle peonie”: quando ammirare la fioritura

·1 minuto per la lettura

Chi alle inflazionate rose preferisce le peonie, non può perdersi la fioritura di questi affascinanti fiori venerati in Cina, da ammirare presso il Centro Botanico Moutan, a Vitorchiano, nel Viterbese.

Peonie, non perdetevi la fioritura al Centro Moutan

Da inizi aprile a fine maggio, infatti, il giardino delle peonie è aperto ai visitatori dalle 9.30 alle 18.00 anche nei festivi e offre uno spettacolo di delicatezza, colori ed eleganza indimenticabile. Il centro è nato grazie alla sconfinata passione dell’imprenditore Carlo Confidati che negli anni ’90 approfondisce la conoscenza di queste piante perenni a portamento arbustivo o erbaceo.

LEGGI ANCHE: -- Tappeti infiniti di rose profumate: ecco dove si trova il paese delle rose

Confidati si spinge fino nelle più remote province della Cina, dove la peonia è riconosciuta come fiore nazionale, alla ricerca degli esemplari più suggestivi da coltivare ai piedi dei Monti Cimini.

Peonie, a Vitorchiano la collezione più rara e ampia al mondo

L’amore che nutre per le peonie lo ha portato a gestire il vivaio con la più ampia e rara collezione di peonie in tutto il mondo: un record dovuto al mistero, alle leggende e al fascino che questi fiori hanno esercitato sul fondatore del Centro Botanico Moutan (dal cinese “Mu dan”, peonia arborea) e sui primi coltivatori cinesi…

Non ispirano anche voi nomi come Luna sul monte Kun Lun, Trono di corallo, La prosperità o Fenice blu dalle ali spigate?

Ebbene, siete ancora in tempo per lasciarvi trasportare in un mondo fiorato, coloratissimo e altrettanto profumato seguendo la fioritura delle peonie e poi magari fermarvi presso il cafè interno del vivaio per un pranzetto immerso nella natura e continuare a godervi il resto della giornata!

Foto: Centro Botanico Moutan

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli