Il gigante del mare resterà per pochi giorni poi riprenderà il largo con compiti di sorveglianza

·1 minuto per la lettura
Il ponte della Truman con Trieste sullo sfondo
Il ponte della Truman con Trieste sullo sfondo

La portaerei Usa Truman è in Italia, in rada nelle acque di Trieste da 24 ore: il gigante del mare resterà nelle acque tridentine per pochi giorni poi il 27 aprile riprenderà il mare con compiti di deterrenza. Da un punto di vista ufficiale quella della USS Truman, che non è una nave singola ma fa parte di un “gruppo” con naviglio di superficie e subacqueo di supporto, è una semplice “sosta tecnica operativa”. Una sosta che è stata effettuata dopo un periodo di due mesi di esercitazioni nel Basso Adriatico e nello Jonio.

La portaerei Usa Truman è a Trieste

Quelle manovre si sono tenute unitamente all’aviazione militare greca. Per motivi di pescaggio, dato che le dimensioni della Truman sono clamorose, la portaerei resterà in rada e non in attracco, anche perché e i moli dove potrebbe attraccare sono occupati da portacontainer. Ma cosa ci fa la Truman in acque italiane e soprattutto nel Mediterraneo? Esegue i protocolli di “scudo”, controllo e deterrenza secondo il piano Nato allestito fra Europa e Mediterraneo in considerazione del conflitto russo-ucraino.

Le parole dell’assessore regionale Roberti

E l’assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti ha voluto commentare l’arrivo del gigante usa: “La sosta tecnica operativa della portaerei Uss Harry S. Truman ha fatto sbarcare circa 4mila marinai con lo stupore per la bellezza della città di Trieste e dell’Italia negli occhi: si tratta di un’occasione importante per dare concretezza alla collaborazione tra la Marina Usa e quella italiana”. Secondo i protocolli Nato, la Marina Militare italiana sarà impegnata con alcune unità di supporto alla Truman.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli