Il Gin Tonic e il segreto della longevità dei Windsor

Russel MILLARD / NEWS LIMITED POOL / AFP

AGI - Il segreto della longevità della regina Elisabetta II? Il Gin Tonic.

Una passione, quella per gli alcolici, che condivideva con molti altri esponenti della sua famiglia: un gin e Dubonnet prima di pranzo, con una fetta di limone e tanto ghiaccio, vino e Martini secco a pranzo e, prima di andare a dormire, un bicchiere di champagne.

Erano questi i suoi drink preferiti che, spesso, sorseggiava accompagnandoli con un pezzetto di cioccolato, e intramezzandoli con diverse tazze di tè.

Vita sportiva, alimentazione super sana per il resto, ma all'elisir 'forte' non poteva rinunciare.

E fu un gran colpo per la sovrana quando fu costretta a farlo nell'ottobre 2021, a 95 anni un anno fa, quando i medici le vietarono assolutamente l'assunzione di alcol.

"Un po' ingiusto per lei che in questa fase della sua vita deve privarsi di uno dei pochissimi piaceri" aveva commentato la sua amica Katie Nicholl allundendo all'"anno difficle" della Regina che aveva perso il principe Filippo e aveva dovuto far fronte ai continui attacchi di Harry e Meghan Markle. E poi "è una tradizione di famiglia" aveva aggiunto.

Il Gin infatti è uno dei distillati favoriti dai reali che lo produssero in qualche occasione insieme a fiori, botaniche e frutti presenti nel giardino del castello di Windsor.

Il Gin ufficiale di Buckingham Palace, lanciato dal Royal Collection Trust nel luglio 2020, era andato esaurito online dopo otto ore dalla messa in vendita.

Tra il personale di Buckingham Palace si recita spesso un aneddoto: "Le donne della famiglia reale britannica sono longeve ed è forse il gin il loro segreto".

Il riferimento è anche alla Regina Madre, scomparsa a 101 anni nel 2002, lei, amava bere quattro drink ogni giorno e ci è riuscita fino alla fine.