Il giornalista ironizza sui tamponi ai vaccinati e su quanto da Fazio il virologo sostenne sui test

·2 minuto per la lettura
Roberto Burioni finisce nel mirino di Nicola Porro
Roberto Burioni finisce nel mirino di Nicola Porro

In un articolo pubblicato sul suo sito e ripreso da Libero Nicola Porro ci va giù fra sardonico e pesante: “Mi sto sbellicando dalla risate”, e attacca Roberto Burioni. Su cosa? In buona sostanza il giornalista ironizza sulla discrepanza fra la decisione sui tamponi ai vaccinati e su quanto disse il virologo in merito alla presunta pericolosità dei test invasivi. Premessa d’obbligo: in realtà Burioni quella pericolosità non la fece diventare paradigma, ma citò alcuni casi specifici.

Nicola Porro si sta “sbellicando dalle risate” contro la tesi di Burioni sui tamponi da Fazio

Ad ogni modo ha scritto Porro: “Vi ricordate cosa disse Burioni in tv? Noi sì, e ci stiamo sbellicando dalle risate”. Poi spiega: “Perché il virologo ‘amante di Twitter’ sarà sbiancato a leggere l’ordinanza del ministro Speranza che obbliga chi arriva dall’estero a sottoporsi ad un test anti-Covid”. E ancora: “Possibile? Possibile che il governo abbia deciso di costringere i viaggiatori alla tortura del tampone rinofaringeo che secondo quanto diceva lo stesso Burioni a Che tempo che fa ha non poche componenti di rischio e che produce 12 eventi avversi ‘non lievi’ ogni milione di test?”.

“Mi sto sbellicando dalle risate”: Nicola Porro scherza ma non troppo su Burioni e Speranza

Insomma, dove voglia andare a parare Porro, le cui posizioni sono note da tempo, è evidente. Il tono alla camomilla del giornalista nella seconda parte del suo articolo non fa che rafforzare la polpa di quello su cui “rideva sopra”: “Stiamo scherzando, ovviamente. Ma ci viene da sorridere al ricordo di quella lezioncina che Burioni fece da Fabio Fazio, poco più di un mese fa, in cui demonizzava il tampone allo scopo di supportare ‘scientificamente’ la necessità di togliere il green pass ai non vaccinati che ogni 48 ore si recavano in farmacia a farsi un test. Ricordate?“.

“O accusa Draghi o ammette l’errore”: l’aut aut a Burioni di Porro che si sta “sbellicando dalle risate”

Burioni allora sottolineò che i tamponi “non sono privi di rischio”. Poi la chiosa: “Caro Burioni, visto che Speranza ha deciso di chiedere un tampone anche ai vaccinati e che il governo pensa di reintrodurlo pure per i grandi eventi, delle due l’una: se il tampone è così pericoloso come dice lei, allora accusi Draghi&co. facendo loro notare la pericolosità (e il costo) del test”. E “se invece tutto sommato il beneficio di farsi infilare un bastoncino nel naso supera il rischio di girare liberamente da infetti, allora faccia marcia indietro“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli