Conte premier incaricato: "Non sarà governo contro"

webinfo@adnkronos.com

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito l’incarico di formare il nuovo governo a Giuseppe Conte, che ha accettato con riserva. "E’ una fase molto delicata per il Paese, dobbiamo uscire al più presto dall’incertezza politica innescata dalla crisi di governo" ha detto il presidente del Consiglio incaricato dopo il colloquio con Mattarella. 

"Preciso subito che non sarà un governo contro - ha messo in chiaro - sarà un governo per il bene dei cittadini, per modernizzare il Paese, per rendere la nostra Nazione ancora più competitiva nel contesto internazionale, ma anche più giusta, più solidale, più inclusiva", "un governo nel segno della novità, è quello che mi chiedono anche le forze politiche che hanno annunciato la disponibilità a farne parte". Conte ha ricordato che "ci separano poche settimane dall’inizio della sessione di bilancio: dobbiamo metterci subito all’opera per definire una manovra economica che contrasti l’aumento dell’Iva, che tuteli i risparmiatori, che offra una solida prospettiva di crescita e di sviluppo sociale". Lo sguardo è anche all'Europa. "Siamo agli albori di una nuova legislatura europea e dobbiamo recuperare il tempo fin qui perduto, per consentire all’Italia, Paese fondatore dell’Europa, di svolgere un ruolo da protagonista, un ruolo che merita" ha rimarcato.  

Il premier incaricato ha spiegato che oggi stesso avvierà "le consultazioni con tutti i gruppi parlamentari e, all’esito di questo confronto, mi dedicherò a elaborare un programma insieme alle forze politiche che hanno espresso il loro sostegno a favore di questo nuovo progetto politico e che desidero, sin d’ora, qui ringraziare". "Questo - ha evidenziato ancora - è il momento di una nuova stagione, un’ampia stagione riformatrice, di rilancio e di speranza, che offra al Paese risposte e anche certezze". 

Dopo l'incarico ricevuto al Quirinale, Conte è giunto a palazzo Giustiniani per conferire con la presidente del Senato, Elisabetta Casellati. Le consultazioni del presidente del Consiglio incaricato si terranno alla Camera. Conte riceverà i suoi interlocutori nella Sala dei Busti, che si trova vicino alla Biblioteca del presidente e di fronte alla Sala della Lupa. Ma sarà la Sala della Regina, sempre al piano nobile di Palazzo Montecitorio, il luogo dove si terranno le dichiarazioni alla stampa. Gli incontri dovrebbero cominciare nel primo pomeriggio.