Il giovane è in prognosi riservata e per quell’aggressione i carabinieri hanno fermato un uomo

L'aggressore è stato fermato dai Carabinieri
L'aggressore è stato fermato dai Carabinieri

Un ragazzo di 20 anni accoltellato all’addome a Trastevere per una lite condominiale, i media spiegano che ora il giovane è in prognosi riservata e per quell’aggressione i carabinieri hanno fermato un uomo. L’aggressione si è verificata in via Natale Del Grande martedì primo novembre, con la vittima soccorsa e ricoverata in codice rosso ma che non sarebbe in pericolo di vita, il che derubricherebbe l’originaria ipotesi di reato sul suo offender per tentato omicidio.

Ragazzo accoltellato all’addome a Trastevere

Sta di fatto che intorno alle 22 il 20enne è stato raggiunto dalla coltellata come conseguenza pare di una lite condominiale con un vicino. Il personale sanitario accorso sul luogo del crimine ha soccorso e trasportato con l’ambulanza in ospedale la vittima.

I controlli dopo il pestaggio a via Trilussa

Tutto questo mentre i militari, come spiega Fanpage in pezzo-silloge, si sono messi in caccia dei presunti responsabili, indicati in due persone ma poi rivelatisi uno. Nel corso di quelle ricerche i carabinieri hanno anche individuato alcune persone coinvolte in reati aventi a che fare con lo spaccio di droga. Le ricerche erano scattate anche per avere un quadro sulla brutale aggressione e pestaggio di un 50enne senzatetto avvenuta in piazza Trilussa sempre a Trastevere.