Il giovane ha ammesso le proprie responsabilità: arrestato

·2 minuto per la lettura
carabinieri
carabinieri

I carabinieri del Comando provinciale di Asti hanno arrestato il responsabile di vari incendi dolosi andanti in scena dal 5 settembre in poi. Si tratta di un 17enne del luogo con già vari precedenti penali alle spalle. Il giovane ha bruciato autovetture, furgoni e autobus di linea.

17enne brucia auto: arrestato

Il ragazzo, una volta con le manette ai polsi, ha ammesso le proprie responsabilità e ha dichiarato di avere agito per noia. Nella sua abitazione sono stati sequestrati diversi accendini. Stando a quello che hanno affermato le Forze dell’Ordine, li avrebbe utilizzati assieme a una miscela di vodka e gin. Sarebbero circa una quindicina i mezzi danneggiati in queste settimane, tutti parcheggiati su strada. L’autore dei roghi, inoltre, avrebbe anche distrutto parecchi cassonetti per la raccolta di abiti e raccoglitori per la differenziata.

Il giovane vantava precedenti per lesioni, rapina, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti. Per questo motivo, nei mesi scorsi, aveva trascorso un periodo presso una comunità, dalla quale è stato allontanato per mancanza di collaborazione. A incastrarlo sono state le telecamere di sorveglianza. Dalle immagini si è visto chiaramente che il 17enne agiva da solo e senza che vi fosse alcun apparente motivo per le sue gesta. Avrebbe infatti agito solo “per noia”, come lui stesso ha dichiarato.

Il 17enne, era stato collocato presso una comunità, su provvedimento del Tribunale per i Minorenni di Torino, “a seguito dell’accertato uso di droghe leggere, di una situazione familiare complessa e di un comportamento deviante”, salvo venire poi dimesso a giugno “per mancanza di collaborazione, vanificando ogni prospettiva di aiuto con rinnovata esposizione per sua colpa allo stile di vita precedente”.