Il giovane aveva cercato refrigerio nel Parco Piuma ma è stato vittima di un tragico annegamento

I Vigili del Fuoco in azione sull'Isonzo
I Vigili del Fuoco in azione sull'Isonzo

Tragedia a Gorizia, dove un giovane non riemerge dopo un tuffo nell’Isonzo: il 17enne è morto annegato. I media territoriali spiegano che la vittima aveva cercato refrigerio nel Parco Piuma ed aveva deciso di fare un bagno ma le acque del fiume lo hanno inghiottito, restituendone il corpo esanime solo dopo ore e ricerche concitate da parte dei soccorritori.

Non riemerge dopo un tuffo: morto 17enne

Dopo l’avvio delle ricerche ed il loro tragico esito le agenzia hanno battuto la notizia: la vittima è un ragazzo di 17 anni il cui corpo è stato recuperato dai Vigili del fuoco ma soltanto tre ore dopo l’incidente. Su cause e dinamiche di quell’annegamento sono in corso le verifiche e le indagini: il corpo del ragazzo era stato individuato e riportato in superficie dai sommozzatori del 115.

Le ricerche dei sommozzatori del 115

Poco prima delle 17 una squadra dei Vigili del fuoco del comando di Gorizia con il supporto dei sommozzatori del Nucleo Regionale di Soccorso Subacqueo Acquatico di Trieste è intervenuta avviando le ricerche. Gli operatori hanno battuto insistentemente il tratto di fiume in cui il 17enne era scomparso senza più riemergere e dopo circa tre ore hanno trovato il corpo. La magistratura competente sta decidendo in ordine a che tipo di esame tanatologico stabilire sul corpo.